Cos’è la dipendenza dal porno

La pornografia è una rappresentazione dell’atto sessuale. Prima dell’esplosione di Internet l’offerta e la possibilità di consumo di pornografia aveva dei limiti oggettivi, per cui non si verificava il fenomeno della dipendenza, in quanto era relativamente complesso trovare matariale pornografico.

Internet ha drasticamente modificato le modalità di consumo di pornografia. Un tempo, prima di Internet, il consumo di pornografia era controllabile. Grazie al web ed alle tecnologie digitali il consumo può diventare compulsivo ed incontrollabile.

L’offerta di pornografia sul web è praticamente infinita e sono disponibili numerose forme di contenuti pornografici (immagini, video dei generi più disparati, dal sozioniftcore all’hardcore, passando per tutte le possibili declinazioni).

Perchè il porno è così diffuso?

La fruizione di materiale pornografico è ormai quasi del tutto gratuita ed è accessibile a chiunque. E’ sufficiente avere una connessione Internet ed un minimo di conoscenza del funzionamento dei motori di ricerca. Tale disponibilità praticamente infinita di contenuti pornografico è senza limiti di orari.

La pornografia su Internet può diventare una droga che crea una dipendenza.

La pornodipendenza è una tragedia che riguarda milioni di persone in tutto il mondo ed è diventato ormai un problema sociale, al pari dell’alcolismo e della dipendenza dalle sostanze stupefacenti. In Italia se ne parla ancora molto poco.

La dipendenza dalla pornografia non ha nulla a che vedere con la dipendenza dall’attività sessuale (ipersessualità) e non rappresenta una carenza di sesso.

La pornodipendenza è diffusa tra tutti: uomini e donne, single o accoppiati, giovani e adulti, credenti e non credenti, tutte le fasce economiche e sociali.

Il pornodipendente è una persona che resta da solo nell’affrontare la sua problematica. Spesso si vergogna di quello che fa durante il giorno e l’autostima è in costante calo. Gli altri tipi di dipendenza (alcool, fumo, gioco d’azzardo, eroina, bulimia, chat, giochi di ruolo, eccesso di rapporti sessuali) sono “socialmente accettati”, ma non si può confessare di trascorrere ore ed ore davanti al monitor a guardare film pornografico. E dopo ore che stai davanti a quel monitor maledetto, con il tuo pene in tensione tra le mani, o il tuo clitoride martoriato, quando ti senti esausto, quando senti che stai per impazzire, per poter riuscire a fermarti l’unica soluzione è l’orgasmo. Ed hai il crollo verticale di quella assurda tensione. E ti dici che assolutamente quella è l’ultima volta, che ora hai capito, che da domani cambierà. E domani ricominci, esattamente nello stesso modo.

Le modalità psichico/fisiche di attuazione della contemplazione pornografica sono:

  • masturbazione compulsiva, con lo scopo di rendere subliminale la visione/emozione pornografica;visione/emozione pornografica;
  • annullamento completo della coscienza temporale: il malato di pornodipendenza trascorre anche molte ore davanti al monitor, senza conseguenze fisiche immediate;
  • annullamento delle esigenze psicofisiche: dormire, cibo, …
  • eiaculazione finale liberatoria o orgasmo per le donne al fine di interrompere la visione del materiale pornografico.

La pornodipendenza modifica in modo negativo tutti gli aspetti della vita di un individuo.

Dalla visione continuativa di materiale pornografico ogni aspetto della vita di una persona si modifica: dal lavoro, fino al trascurare gli affetti e le amicizie veramente importanti nella vita. I rapporti sociali si riducono notevolmente, ed il malato di pornodipendenza vuole una sola cosa: tornare a casa  e masturbarsi ancora!

Oltre a queste gravi difficoltà, il pornodipendenza ha:

  • elevata sfiducia in se stesso ed autostima distrutta;
  • modifiche importanti del ciclo sonno-veglia, al fine di visionare sempre maggior materiale pornografico su Internet.

Il pornodipendente uomo

Le conseguenze derivanti dalla fruizione prolungata di materiale pornografico sul web per un uomo sono:

  1. calo quasi assoluto del desiderio sessuale verso la propria partner, con addirittura una forma di fastidio per il suo corpo;
  2. semiimpotenza o impotenza totale all’atto sessuale con una donna reale;
  3. possibilità di erezione ed eiaculazione solo attraverso la visione di materiale pornografico;
  4. dolore quasi lancinante al momento dell’eiaculazione;
  5. ingrossamento (temporaneo) del pene;
  6. condizionamente a guardare le donne reali solo ed esclusivamente come oggetti pornografici.

Queste conseguenze sono più o meno presenti in relazione alle caratteristiche psichiche della persona e, maggiormente, alla lunghezza del periodo di dipendenza. E tendono a scomparire con il prolungarsi del periodo di sobrietà.